Curiosità del Medioevo

Da Cap2.
(Differenze fra le revisioni)
 
Riga 148: Riga 148:
 
=== '''Stoviglie''' ===
 
=== '''Stoviglie''' ===
 
Nel Medioevo le stoviglie erano un vero lusso riservato a pochissimi. Le persone più  abbienti al posto dei piatti utilizzavano larghe fette di pane sulle quali mettevano i cibi. A fine pasto queste fette di pane, intrise di sughi e condimenti, erano regalate ai poveri o date in pasto agli animali domestici.<br />
 
Nel Medioevo le stoviglie erano un vero lusso riservato a pochissimi. Le persone più  abbienti al posto dei piatti utilizzavano larghe fette di pane sulle quali mettevano i cibi. A fine pasto queste fette di pane, intrise di sughi e condimenti, erano regalate ai poveri o date in pasto agli animali domestici.<br />
 +
 +
== '''LETTERA T''' ==
 +
=== '''Tartufo''' ===
 +
Nel Quattrocento il tartufo era molto ricercato perché ritenuto afrodisiaco.<br />
  
 
=== '''Tavola Rotonda''' ===
 
=== '''Tavola Rotonda''' ===

Versione attuale delle 21:30, 14 ago 2019

Curiosità del Medioevo


Indice

[modifica] Apprendistato

Nel Medioevo per diventare operaio occorreva effettuare un periodo di apprendistato presso un artigiano. L’apprendista mangiava e dormiva in casa del datore di lavoro, ma non riceveva nessun compenso. Inoltre aveva il diritto di essere difeso dall’artigiano contro eventuali malintenzionati, ma doveva lasciarsi bastonare da lui ogni volta che quello lo riteneva necessario.

[modifica] Arengo

L’arengo era il luogo dove nel Medioevo l’assemblea dei cittadini si riuniva per deliberare. Il termine indica anche l’assemblea stessa.

[modifica] Armatura

Le armature metalliche dei guerrieri medioevali pesavano almeno 25 Kg..

[modifica] Balestrieri

Nel Medioevo i balestrieri erano ritenuti soldati di alto livello ed erano pagati più degli altri soldati di fanteria e a volte, in quanto a prestigio, erano equiparati addirittura ai cavalieri.

[modifica] Balia dei squittini

Cosimo de’ Medici il Vecchio (1389-1464) ottenne la “Balia degli squittini”, ossia il potere di decidere i nomi dei candidati agli Uffici del Comune di Firenze grazie al quale assegnò le cariche pubbliche a persone a lui fedeli diventando così, nella pratica anche se non nella forma, Signore di Firenze.

[modifica] Banchetti

Nel Medioevo, durante i banchetti, vicino alla tavola erano sistemate brocche e bacinelle piene d’acqua affinché, non usandosi allora le posate, i commensali potessero lavarsi le dita prima, durante e dopo ciascuna portata.

[modifica] Banno

Il “banno” era la podestà di comando del signore feudale sui propri sudditi.

[modifica] Barbacane

Il barbacane era un’opera di fortificazione medioevale a struttura semicircolare che proteggeva l’accesso alla città vecchia.

[modifica] Bargello

Nei comuni medioevali, il bargello era un ufficiale incaricato del servizio di polizia. Il termine “bargello” indicava anche il palazzo dove tale magistrato risiedeva.

[modifica] Birra

Nel Medioevo la birra, per il suo contenuto calorico e gli alti valori nutrizionali, era molto diffusa. Nel Nord Europa si consumava in alternativa all’acqua di cui all’epoca era difficile garantirne la purezza.

[modifica] Cannella

Nel Medioevo la cannella era tra le spezie più costose tanto che i nobili la donavano a re e regine.

[modifica] Castaldo

Il “castaldo” era un dignitario longobardo (con compiti civili, militari, giudiziari e di polizia) alle dirette dipendenze del re del quale amministrava le rendite del territorio che gli era stato affidato.

[modifica] Castello

Il fossato dei castelli medioevali era delimitato dalla scarpa e dalla controscarpa; la “scarpa” era la sponda ai piedi delle mura e la “controscarpa” la sponda esterna.

[modifica] Chierici vaganti

I chierici vaganti erano gli studenti medioevali che si spostavano da un ateneo all’altro per poter seguire le lezioni che ritenevano più opportune. Erano chiamati così perchè godevano di alcuni privilegi ecclesiastici, anche se non avevano preso i voti.

[modifica] Comunioni

Nel Medio Evo i contadini che vivevano nello stesso villaggio, normalmente condividevano sia il bestiame sia gli attrezzi di lavoro che costavano troppo per appartenere ad una sola persona

[modifica] Contadini

Nel Medio Evo i contadini che vivevano nello stesso villaggio, normalmente condividevano sia il bestiame sia gli attrezzi di lavoro che costavano troppo per poter appartenere ad una sola persona.

[modifica] Cosmetici

Nel Medioevo i cosmetici, benché noti fin dall’antichità, furono condannati dalla chiesa perché il loro uso era ritenuto contrario alla morale.

[modifica] Diritto di Pugno

In epoca medioevale esisteva il "diritto di pugno". Questo era il diritto, riconosciuto alle persone libere, di farsi giustizia da soli.

[modifica] Durlindana

Durlindana era la spada del Paladino Orlando.

[modifica] Enrico I d'Inghilterra

Si tramanda che Enrico I re d’Inghilterra (nato intorno al 1068, re dall’agosto 1100 fino al 1135, anno della sua morte) morì per un’intossicazione dopo aver mangiato carne di lampreda.

[modifica] Fellonia

Nel diritto feudale la “fellonia” era il delitto di tradimento degli obblighi giurati verso il signore feudale o verso il sovrano e comportava la perdita del feudo.

[modifica] Giallo

- Nelle corti medioevali i giullari portavano abiti dalle tinte sgargianti ed il più delle volte usavano il colore giallo. Questo colore, infatti, era considerato il colore del disordine e della follia.
- Nel Medioevo il giallo, oltre che disordine e follia, simboleggiava la bugia ed il tradimento.

[modifica] Giullari di Dio

Nel Medio Evo gli autori di laudi sacre (componimenti poetici di contenuto religioso) erano detti "Giullari di Dio".

[modifica] Granchio

Nel Medioevo i cristiani ritenevano che i granchi rappresentassero la Resurrezione, quasi a seguire quanto diceva Plinio il Vecchio e cioè che i crostacei in primavera abbandonavano il loro guscio per rinnovarlo.

[modifica] Lady Godiva

Lady Godiva (990 – 10 settembre 1067), era una nobildonna anglosassone, moglie in seconde nozze del conte Leofrico di Coventry.
Secondo la tradizione, per ottenere la soppressione di un ulteriore tributo imposto da suo marito ai propri sudditi, cavalcò nuda in pieno giorno per le vie di Coventry.

[modifica] Lorenzo il Magnifico

Stando alle affermazioni e informazioni dei suoi contemporanei, Lorenzo il Magnifico era tutt’altro che di bell’aspetto. Essi, infatti, lo descrivevano come un uomo dalla fisionomia sgraziata, con un grosso naso, con la voce roca e lo sguardo miope.

[modifica] Masseria

La “masseria” era un tributo dovuto dal massaio al signore feudale.

[modifica] Ministeriale

Nel Medioevo il “ministeriale” era una un servo, semilibero o anche libero incaricato di servizi o uffici alla corte del Re, di un feudatario o di un’autorità ecclesiastica.

[modifica] Morgana

La fata Morgana, personaggio della mitologia celtica, era la sorella di Re Artù.

[modifica] Mortalità

Durante il Medioevo la mortalità infantile era altissima ed in alcune zone in determinati periodi circa il 70% dei bimbi non raggiungeva i sette anni d’età.

[modifica] Oberon

Nella letteratura medioevale Oberon è il re delle fate sposo di Titania che ne è la regina.

[modifica] Ordalia o Giudizio di Dio

Nel Medioevo europeo, il "giudizio di Dio" (o Ordalia) , richiesto in vertenze giuridiche che non si potevano, o non si volevano, regolare con mezzi umani, consisteva in determinate prove il cui esito si concepiva come diretta manifestazione della volontà divina.

[modifica] Ospitalità

Nel Medioevo gli ospiti invitati a pranzo dovevano portarsi il coltello perché il padrone di casa normalmente non lo forniva.


[modifica] Paladini

I paladini erano cavalieri di alta nobiltà che vivevano alla corte di Carlo Magno e lo accompagnavano in guerra. Tra essi ricordiamo:
- Gano di Maganza patrigno di Orlando ed anche cognato di Carlo Magno avendone sposato la sorella Berta.

[modifica] Palafreniere

Nel Medioevo il palafreniere era uno scudiero con funzioni di staffiere.

[modifica] Pellegrini

Nel Medioevo i pellegrini erano indicati con tre nomi diversi, in base alla destinazione del loro pellegrinaggio: coloro che andavano a Gerusalemme erano chiamati Palmieri; quelli che andavano a Roma erano detti Romei e Peregrini erano chiamati quelli che si dirigevano verso Santiago de Compostela.

[modifica] Pepe

Nel Medioevo il pepe era una delle spezie più preziose. Esso veniva inviato ai signori come gesto di sottomissione ed era un dono obbligatorio per accompagnare le domande di matrimonio. Inoltre, proprio per il suo grande valore commerciale, il pepe era usato anche a scopo di corruzione (ad esempio era offerto ai magistrati per ottenere sentenze favorevoli).

[modifica] Quercia

Nel Medioevo la quercia era simbolo di rettitudine e di saggezza.

[modifica] Ribeca

La ribeca era uno strumento musicale ad arco usato nel Medioevo usato dai trovatori e dai menestrelli.

[modifica] Rucola

Nell’antichità la rucola era considerata afrodisiaca e nel Medioevo fu proibita la sua coltivazione nei conventi perché ritenuta “erba della lussuria”.

[modifica] Ruta

Nel Medioevo sulle tombe si deponeva una corona di ruta perché questa erba era ritenuta un potente talismano contro gli spiriti maligni.

[modifica] Salamandra

Nel Medioevo era diffusa la credenza che le salamandre fossero inattaccabili al fuoco. Per questo motivo le povere bestiole erano vendute per essere usate contro gli incendi: si riteneva che bastasse gettare una di esse nel fuoco per estinguere l’incendio.

[modifica] Salvia

Nel Medioevo già si conoscevano le proprietà antisettiche, antinfiammatorie e diuretiche della salvia.

[modifica] San Cristoforo

Nel Medioevo all’esterno di molti edifici era effigiato San Cristoforo. Questo era dovuto alla credenza che chi avesse visto l’immagine del santo al mattino, avrebbe avuto la vita salva fino alla sera.

[modifica] Scabini

Nel Medioevo gli scabini, nominati dall’imperatore o dal re, erano funzionari esperti nel diritto legislativo e consuetudinario che amministravano la giustizia a livello locale.

[modifica] Scarpe

Nel tardo Medioevo la lunghezza della punta delle scarpe era indicativa del ceto sociale: più la punta era lunga, più la persona era di condizione sociale elevata.

[modifica] Sciopero della fame

In Irlanda, durante il Medioevo, se qualcuno riteneva di aver subito un torto, poteva iniziare uno sciopero della fame davanti alla casa di colui che lo aveva offeso. Se egli moriva di fame davanti alla porta di quello, la legge prevedeva che l’offensore dovesse risarcire i familiari del defunto.

[modifica] Stoviglie

Nel Medioevo le stoviglie erano un vero lusso riservato a pochissimi. Le persone più abbienti al posto dei piatti utilizzavano larghe fette di pane sulle quali mettevano i cibi. A fine pasto queste fette di pane, intrise di sughi e condimenti, erano regalate ai poveri o date in pasto agli animali domestici.

[modifica] LETTERA T

[modifica] Tartufo

Nel Quattrocento il tartufo era molto ricercato perché ritenuto afrodisiaco.

[modifica] Tavola Rotonda

Nella poesia cavalleresca medioevale, la “Tavola Rotonda” era il tavolo del castello di Camelot intorno al quale Re Artù ed i suoi Cavalieri sedevano per discutere questioni di cruciale importanza.
Tra i cavalieri ricordiamo: Lancillotto e Parsifal.

[modifica] Teoria dei quattro umori

Alla base della medicina medioevale c’era la “teoria dei quattro umori”. Gli umori erano i quattro fluidi del corpo (flegma, sangue, bile nera e bile gialla) che, secondo questa teoria, dovevano essere in equilibrio per far stare in salute la persona.

[modifica] Trombe

Nel Medioevo alcune trombe erano lunghe quasi due metri.

[modifica] LETTERA V

[modifica] Vassallaggio

Nel Medioevo il “vassallaggio” era l’atto con il quale un uomo libero si assoggettava ad un altro ricevendo protezione in cambio della sua fedeltà. L’uomo che si assoggettava era detto “vassus” (parola derivata da un termine celtico che significa “servo”), mentre la persona a cui ci si assoggettava era detto “senior”.

[modifica] LETTERA Z

[modifica] Zafferano

Nel Medioevo lo zafferano era ritenuto salutare ed il filosofo Ruggero Bacone (1214-1294) riteneva che ritardasse gli effetti della vecchiaia.



Torna a Curiosità del Mondo antico oppure vai a Cronologia del Medioevo

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti