Proverbi pagina 7

Da Cap2.
(Differenze fra le revisioni)
 
Riga 37: Riga 37:
  
 
- Quando il gregge si sbanda, il lupo acciuffa sempre qualche pecorella. <br />
 
- Quando il gregge si sbanda, il lupo acciuffa sempre qualche pecorella. <br />
 +
 +
- Quando il pane manca anche l’amore si stanca. <br />
  
 
- Quando l’albero cade, tutti corrono a far legna.<br />
 
- Quando l’albero cade, tutti corrono a far legna.<br />
Riga 202: Riga 204:
  
 
- Uomo avvisato mezzo salvato. <br />
 
- Uomo avvisato mezzo salvato. <br />
 
- Uomo deciso non accetta consigli. <br />
 
  
  

Versione attuale delle 22:21, 27 giu 2020

I proverbi ... la saggezza popolare .... Vediamone un po' alcuni ... ovviamente quelli che riteniamo più simpatici e ... che riteniamo meritevoli di essere divulgati. In questa pagina riportiamo quelli italiani ... nelle pagine successive riporteremo quelli stranieri ... perchè la saggezza popolare è sempre saggezza ... in ogni tempo e in ogni luogo ....
Nella pagina ovviamente saranno inseriti anche quelli che vengono definiti "detti proverbiali".
I nostri autori provvederanno ad arricchire questa pagina (come ovviamente tutte le altre del sito)... Si informa che i proverbi sono trascritti in ordine alfabetico Ecco a voi la settima pagina dei proverbi italiani ... e non finisce qui.


- Più risparmia l’avaro e più ridono gli eredi.

- Più usi il cervello più cervello avrai da usare.

- Poca brigata, vita beata.

- Poco denaro, poca voce.

- Poco vale il bene fatto per mettersi in mostra.

- Povertà non è vizio.

- Preghiera umile arriva lontano.

- Presto e bene raro avviene.

- Presunzione e ignoranza vanno a braccetto.

- Procura più gioia dare che avere.

- Promettere non è compiere.

- Qual pane hai, tal zuppa avrai.

- Quando canta il cucco si dorme dappertutto.

- Quando canta la rana il tempo cambia.

- Quando gode il corpo, tribola la scarsella.

- Quando il gregge si sbanda, il lupo acciuffa sempre qualche pecorella.

- Quando il pane manca anche l’amore si stanca.

- Quando l’albero cade, tutti corrono a far legna.

- Quando l’oste sta sulla porta è segno che il suo vino è cattivo.

- Quando la cicala canta a settembre, non comprar grano da vendere.

- Quando la pera è matura casca da sola.

- Quando le volpi si consigliano, bisogna chiudere i pollai.

- Quando si è in ballo bisogna ballare.

- Quanto più alto è il monte, tanto più profonda è la valle.

- Quattro cose non si possono nascondere: la tosse, l'amore, il fuoco, il dolore.

- Quel che si impara con fatica non si dimentica facilmente.

- Ragazzi e polli non sono mai satolli.

- Rete logora pesca male.

- Ricchezza mal riposta, povertà s’accosta.

- Riso e pianto viaggiano accanto.

- Roma non fu fatta in un giorno.

- Saper tacere è un bene.

- Sbagliando s’impara.

- Scava il pozzo prima di aver sete.

- Scherza coi fanti, ma lascia stare i fanti.
- Sciogliere nodi brutti non è facile a tutti.

- Scusa non richiesta, accusa manifesta.

- Se a febbraio vedi gli uccelli grassi, aspettati un freddo che spacca i sassi.

- Se al peggio non c'è mai fine, al meglio non c'è neanche inizio. (Proverbio moderno)

- Se gli dei fossero solamente giustizia, il loro regno sarebbe vuoto.

- Se il viaggio è lungo nessun fardello è leggero.

- Se l’orto non beve, il padrone non mangia.

- Se la sorgente è avara l’acqua diventa cara.

- Se mangi la liquirizia, ricordati dell’amicizia.

- Se non è zuppa, è pan bagnato.

- Se non puoi indossare la pelle del leone, indossa quella della volpe.

- Se non tieni il passo, subirai il sorpasso.

- Se occhio non mira, cuore non sospira.

- Se piace il gallo, piace il pollaio.

- Se pianti un cardo, non nasce un giglio.

- Se senti cantare le rana, la pioggia non è lontana.

- Se vuoi che uno ti ami, fa che ognor ti brami.

- Se vuoi star bene mangia poco e dormi bene.

- Segreto confidato non è più un segreto.

- Sempre ti graffierà chi nasce gatto.

- Senza l’umiltà tutte le virtù sono vizi.

- Si conoscono le buone fonti nella siccità e i buoni amici nel dolore.

- Si vive per imparare.

- Siamo tutti savi a dare consigli.

- Soldo chiama soldo.

- Sole di maggio a tutti da coraggio.

- Solo gli stolti piangono su ciò che non si può evitare.

- Soltanto i cattivi sono soli.

- Soltanto il tempo è giudice delle grandi opere.

- Sopporta e non biasimare quanto non puoi cambiare.

- Sotto la bianca cenere c’è la brace ardente.

- Sotto la neve pane, sotto la pioggia fame.

- Stimate tutti onesti, ma controllate i resti.

- Sul brodo grasso non si fa lamento.

- Taci o dì qualcosa migliore del silenzio.

- Tale guaina, tale coltello.

- Tanti servi, tanti nemici.

- Tentar non nuoce.

- Testa di pazzo non incanutisce mai.

- Tra i due litiganti il terzo gode.

- Tre donne e un oca fanno un mercato.

- Troppa lode puzza.

- Troppo è peggio che poco.

- Troppo seme sparso darà raccolto scarso.

- Tutti i nodi vengono al pettine.

- Tutto è bene quel che finisce bene.

- Tutto va male se i nervi sono padroni e non servi.

- Un bel gioco dura poco.

- Un bravo pastore tosa le pecore senza scorticarle.

- Un cattivo operaio trova sempre un coltello che non taglia.

- Un cuore lieto fa bene al corpo.

- Un errore si compie in un istante, ma gli effetti durano per tutta la vita.

- Un filo non fa tela.

- Un gatto è un leone in una giungla di piccoli cespugli.

- Un nano in mezzo agli altri nani ha una statura dignitosa.

- Un povero sano è più ricco di un re ammalato.

- Un segreto condiviso non è più un segreto.

- Un solo teste, nessun teste.

- Un sorriso costa meno della corrente elettrica, ma da più luce.

- Un’azione buona corregge mille cattive.

- Una bugia tira l’altra.

- Una giusta dose di dolore ci fa maturare.

- Una ne paga cento.

- Una sola noce nel sacco non fa rumore.

- Uomo avvisato mezzo salvato.



Torna a Proverbi pagina 6 oppure vai a Proverbi pagina 8

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti