Curiosita' del mondo P

Da Cap2.
Versione delle 21:53, 21 mag 2019, autore: Anonimo olevanese (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

CURIOSITA' DAL MONDO - LETTERA P


Indice

Pacciamatura

La pacciamatura è la tecnica di proteggere il terreno con fogli di plastica al fine di migliorare e accelerare le colture.

Padova

Secondo la leggenda, la città di Padova fu fondata da Antenore, eroe troiano che lasciò la città quando la stessa fu distrutta dai Greci.

Paladini

Gano, uno dei paladini di Carlo Magno, è ricordato per aver tradito la patria facendo la spia per i saraceni.

Palco

Le corna dei cervi si chiamano "palco".

Palla di neve

Se qualcuno vi invita a pranzo e vi dice che vi farà gustare una bella palla di neve … non sta parlando di gelato.
Palla di neve, infatti, è il nome che viene data ad una varietà precoce di cavolfiore, con infiorescenza di colore bianco candido, che si raccoglie nei mesi di settembre e ottobre.

Palliativo

Il palliativo è un tipo di farmaco che attenua i sintomi di una malattia senza eliminarne le cause.

Pallio

Il pallio è un paramento liturgico della chiesa cattolica consistente in una fascia circolare di lana bianca con un pendente anteriore e una posteriore che viene fatta passare intorno al collo.

Palma

La palma è la pianta attribuita dalla Chiesa Cattolica come emblema dei Santi Martiri.

Pan dei morti

Sono dolci preparati ai primi di novembre quando cade la ricorrenza dei defunti. Anche gli antichi romani il Primo novembre preparavano dei dolcetti simili per festeggiare la dea Pomona.

Pane

Secondo l’Accademia italiana del Galateo, spezzare il pane con le mani è formalmente corretto.

Pane di scimmia

Se qualcuno vi dice che gli piace il “pane di scimmia” non sta scherzando.
Il pane di scimmia è il nome del frutto del baobab così chiamato perché quegli animali sono molto ghiotte di questi frutti, ma che sono molto apprezzati anche dagli uomini perché molto appetitosi e ricchi di amido.

Panozi

I “panozi" (dal greco “pan” tutto e “ous” orecchio) nel Medioevo erano esseri immaginari dotati di orecchie così grandi da avvolgere tutto il corpo. Essi simboleggiavano la completa devozione di chi è in grado di farsi tutto orecchio per ascoltare e capire la parola di Dio (e ovviamente metterla in pratica).

Pantere nere

“Pantere nere” era il nome di un’organizzazione rivoluzionaria afroamericana sorta negli U.S.A. nel 1966 avente come obiettivo l’emancipazione della gente di colore.

Panzanella

La panzanella non è una piccola bugia o fandonia, ma è un tipico piatto della Toscana a base di pane raffermo e pomodoro fresco. A volte è servito anche con altri ingredienti, come cipolla rossa, cetrioli e basilico.

Papa

- Anello piscatorio: L’anello del papa si chiama anello piscatorio.
Astrologia: Papa Paolo III non tenne mai un concistoro senza aver prima consultato un astrologo per stabilire il giorno e l’ora più favorevoli per tenere l’adunanza.
Camerlengo: Il camerlengo è il cardinale reggente alla morte del papa.
Donne: Tra i papi, c’è stata anche una donna, la papessa Giovanna, che regnò sulla Chiesa dal 853 al 855 con il nome di Giovanni VIII.
Flabello: Il flabello era il nome di ciascuno dei due ventagli di piume bianche messi in cima ad un’asta ai lati del papa e che venivano agitati quando il pontefice era trasportato sulla sedia gestatoria.
Sedia gestatoria: La sedia gestatoria era il trono mobile sul quale il Papa veniva portato a spalla per poter essere visto più facilmente dai fedeli durante le cerimonie pubbliche. Dal 1978, a partire, dal pontificato di Giovanni Paolo II, l'utilizzo della sedia gestatoria è stato abbandonato.
Titoli: Al papa competono i seguenti titoli onorifici:
- Vescovo di Roma; Successore del principe degli Apostoli;
- Servo dei Servi di Dio; Sommo Pontefice della Chiesa Universale;
- Vicario di Gesù Cristo;
- Arcivescovo e Metropolita della Provincia Romana;
- Patriarca dell’Occidente;
- Primate d’Italia; Sovrano dello Stato della Città del Vaticano.
Vestiario:
- Il Camauro è un copricapo extra liturgico del papa.
- Il triregno (o tiara papale) era il copricapo utilizzato al momento della incoronazione dei pontefici. Il triregno fu utilizzato per l’ultima volta da Paolo VI nel 1963. Nel 1964 lo stesso pontefice lo mise in vendita e donò il ricavato ai poveri.

Paperopoli

Il fondatore di Paperopoli, la città dove si svolgono le vicende dei paperi della Walt Disney, fu Cornelius Coot. (cur)

Pappafico

A dispetto del nome, il pappafico non è un animale (o una persona) ghiotto di fichi, ma una piccola vela quadrata, precisamente la seconda vela quadra più alta dell'albero di trinchetto. Oggi, comunemente, è detto velaccino.

Pappagalli

Quando uno stormo di pappagalli cinerini è attaccato da un nemico, sono un paio di loro affrontano l’aggressore, mentre gli altri stanno a guardare. Essi interverranno solo se i loro compagni sembra stiano soccombendo.

Parabeni

Se vi parlano di parabeni, non pensate a qualcosa che abbia a che fare con la difesa di proprietà o ricchezze. I parabeni sono composti organici che sono utilizzati come conservanti per le loro proprietà battericide e fungicide.

Parassiti

Se sono attaccate dai parassiti, alcune specie di piante mandano segnali chimici per attirano uccelli e insetti che li divorano.

Parco buoi

Se qualcuno sta parlando di “parco buoi”, forse non si riferisce ai miti bovini che conosciamo. "Parco buoi" è, in gergo, la definizione che indica i piccoli investitori che, attratti dalla speranza di facili guadagni, sono vittime di speculazioni e di truffe.

Parmigiana

La ricetta della “parmigiana” non è originaria di Parma (come potrebbe far pensare il nome), ma della Sicilia.
"Parmiciane", infatti, sono le liste di legno sovrapposte delle finestre (tipo persiane) e che ricorda la disposizione delle fette di melanzane nella “parmigiana”.

Parmigiano

1) Già nel I secolo d.C., secondo le testimonianze riportare da Varrone e da Marziale, nella zona intorno a Parma si produceva un formaggio molto simile all’attuale parmigiano.
2) Il formaggio “parmigiano” fu chiamato così per la prima volta in un atto di un notaio genovese del 24 aprile 1254.

Parrucca

Nel XVII secolo, in Francia, tra i nobili l’uso della parrucca diventò una moda quando il re Luigi XIII fu costretto ad utilizzarne una con capelli molto lunghi per nascondere la sua precoce calvizie.

Parsec

Il “parsec” è l’unità di misura di lunghezza usata per le distanze astronomiche; equivale a 3,26 anni luce;

Parsifal

Parsifal era uno dei cavalieri che sedeva con Re Artù alla Tavola Rotonda del Castello di Camelot.

Pasque Veronesi

Le Pasque Veronesi non hanno niente a che fare con i riti religiosi … Con Pasque Veronesi, infatti, si intende una sommossa scoppiata a Verona nel 1797 contro l’occupazione francese.
Per la cronaca ricordiamo che le Pasque Veronesi iniziarono la mattina del 17 aprile 1797 (lunedì dell’Angelo) e terminarono il 25 aprile.

Passerotto (mangiare come un passerotto)

Se un vostro invitato a pranzo dice che mangia come un passerotto … beh! Ad essere precisi avete poco da scherzare.
Infatti, anche se di una persona di poco appetito si usa dire che “mangia come un passerotto”, la verità è che questo uccelletto ogni giorno assume una quantità di cibo pari all’incirca ad un terzo del suo peso corporeo. In poche parole per “mangiare come un passerotto”, un uomo che pesa 75 chilogrammi, in un giorno dovrebbe mangiare 25 chili di alimenti.

Pasta

Per festeggiare l’arrivo a Gragnano (NA) della principessa Mafalda di Savoia, figlia di re Vittorio Emanuele III, i napoletani chiamarono “mafalde” o anche “reginette” un tipo di pasta simile alle fettuccine, ma con il bordo arricciato che ricordava i merletti delle vesti della principessa.

Patella

Le patelle (i comuni molluschi marini che vivono attaccati agli scogli), quando nascono sono tutte di sesso maschile. Crescendo, poi, circa il 90 per cento si tramutano in femmine e come tali muoiono.

Patena

Il piccolo piatto su cui il sacerdote posa l’ostia durante la Messa si chiama “patena”.

Paternostri

Se qualcuno vi dice che gli piacciono molto i paternostri, forse non è un fervente religioso, ma un buongustaio … i paternostri, infatti, sono un tipo di pasta calabrese, propriamente dadini di pasta all’uovo.

Peccati

I peccati (o vizi) capitali, secondo la Chiesa Cattolica, sono: Accidia, Avarizia, Gola, Invidia, Ira, Lussuria, Superbia. Essi sono puniti con l'Inferno.

Peculio

Oggi per peculio si intende una somma di danaro che si accumula risparmiando o, anche, scherzosamente, il proprio gruzzoletto.
Nell’antica Roma, però, il peculio era ogni acquisizione fatta da un uomo libero con il consenso del padre o da uno schiavo con il consenso del padrone.

Pemmican

La carne secca, inizialmente di daino e bisonte, di cui si nutrivano i Pellerossa americani, era chiamata chiama “pemmican”.

Pellegrinaggi

Anticamente i pellegrinaggi nei luoghi santi potevano essere effettuati anche per delega o per procura. In poche parole si poteva pagare una persona che andasse al suo posto per implorare grazie o guarigione sulla tomba di un santo.

Peltro

Il peltro, la lega metallica molto in uso nel Medioevo, era già impiegato dagli antichi egizi e dai romani.

Pendolino

Se qualcuno vi dice di aver visto un pendolino mentre passeggiava nel bosco, forse non sta scherzando né tantomeno vi sta prendendo in giro. Pendolino, infatti, oltre che il famoso treno, è anche il nome di un uccello, della famiglia dei remizidi, grande come un passero, che è chiamato così perché appende ai rami il proprio nido, dalla forma di un fiasco.

Pennerone

Il “pennerone” è un formaggio a pasta molle originario del Lodigiano. E’ chiamato anche “gorgonzola bianco”.

Peonia

- Nel Medioevo la radice della peonia era considerata un rimedio efficace contro ogni tipo e forma di dolore.
- In Cina la peonia era il fiore della felicità e solo gli imperatori potevano coltivarla e coglierla.

Peperoncino

Il peperoncino è tra le spezie più antiche utilizzate in cucina. In Ecuador, sono stati trovati semi di esso su alcuni resti fossili di cibo risalenti al 4100 a.C..

Pero

Nell’Odissea il pero è citato fra i doni degli dei del giardino di Alcinoo, re dei Feaci.

Pesca Melba

La ricetta della “pesca Melba” (dessert di gelato con fette di pesca e purea di lamponi) fu ideata nel 1892 dallo chef del Savoy di Londra, Auguste Escoffier, che la dedicò al soprano australiano Nellie Melba.

Pesce vela

Il pesce vela nuota fino ad una velocità massima di 110 Km/h.

Pesciolino d’argento

Se qualcuno vi dice che sta cercando di eliminare i pesciolini d’argento che infestano la casa, non vi sta certo prendendo in giro.
Il pesciolino d’argento è un insetto, veloce e privo di ali, che ama i luoghi bui e umidi, si nutre di carta, di libri, di stoffe, dei tappeti ed anche dei cadaveri dei loro simili. E’ chiamato così per il suo colore argenteo e la forma oblunga, ma il nome scientifico è 'Lepisma saccharina'.

Pesco

Il pesco, originario della Persia, era presente nel Mediterraneo da tempi molto antichi. Di questa pianta è stato trovato un dipinto nell’isola di Samo risalente al VII secolo a.C..

Peste d’acqua

Se vi parlano della peste d’acqua, non pensate ad un pesce, un batterio o un microorganismo acquatico. La peste d’acqua, infatti, è il nome che viene dato all’”elodea”, una pianta lacustre infestante, che vive completamente sommersa al punto da essere scambiata per un’alga.

Pettegole

Se qualcuno vi dice che ha visto alcune pettegole … beh! Non crediate che stia parlando obbligatoriamente di vecchie comari ciarliere … le pettegole, infatti, sono uccelli che appartengono alla famiglia degli “Scolopacidi” (dal greco Scholopax che significa beccaccia).

Pevarini

I “pevarini” sono i tradizionali biscotti veneziani contenenti pepe bianco che un tempo venivano serviti nelle osterie per accompagnare un bicchiere di vino.
I pevarini Sono chiamati così perché contengono il pepe.

Pianeta

Si vi dicono di aver visto una persona con una pianeta addosso … tutto normale … hanno visto un prete. La pianeta, infatti, è un paramento liturgico indossato dal prete quando dice Messa.

Pianista

Nel gergo giornalista con il termine "pianista" si indica quel parlamentare che, scorrettamente, vota anche per un collega assente.

Pianta della preghiera

La “pianta della preghiera”, in verità, non ha niente a che fare con la religione. Si tratta, infatti, della “maranta”, una comune pianta da appartamento, le cui foglie alla sera si richiudono come delle mani giunte in preghiera.

Piccionaia

Se qualcuno vi dice che è stato due ore in una piccionaia, non sta scherzando.
La piccionaia, oltre che il locale dove si tengono i piccioni, è la parte più alta della galleria o dei palchi del teatro, quindi più lontana dal palcoscenico e, pertanto, più economica.

Piedino

Se qualcuno vi dice che ama leggere i piedini, non crediate che sia un sedicente fattucchiere sui generis … Nel linguaggio giornalistico, infatti, il piedino è un trafiletto o un breve articolo posto come riempitivo a fondo pagina o colonna.

Pietra infernale

Se qualcuno vi parla di pietra infernale, non pensate subito a stregoneria, negromanzia o arti occulte. La pietra infernale, infatti, altro non è che il nitrato d’argento che anche nei tempi antichi era usato in medicina e veterinaria per cauterizzare le ferite.

Pioggia di rane

Se qualcuno vi dice che ha visto piovere rane … non vi prende in giro e neppure è impazzito.
Le piogge di rane si verificano (e si sono verificate) in vari luoghi, ma gli scienziati non hanno ancora trovato una spiegazione unanime al fenomeno.

Pirobazia

La pirobazia è l’arte di camminare scalzi su braci o carboni ardenti senza ustionarsi le piante dei piedi.

Pistacchio

La pianta del pistacchio fu portata in Italia nel 30 d.C. da Lucio Vitellio, governatore della Siria.

Pittima

Se qualcuno vi dice di aver visto una pittima … non è detto che si riferisca ad una persona particolarmente noiosa e asfissiante. Le “Pittime”, infatti, sono anche uccelli migratori acquatici dal becco sottile che nidificano anche nella Pianura Padana (Pittima reale, nome scientifico limosa limosa) ed appartengono alla famiglia degli “Scolopacidi” (dal greco Scholòpax che significa beccaccia).

Plastica

Un recipiente di plastica per decomporsi impiega circa 600 anni.

Plutone

- Plutone è il pianeta più lontano dal Sole da cui dista mediamente 5913,5 milioni di km. Plutone ha cinque satelliti: Notte, Idra, Caronte, Cerbero, Stige.
- Il più grande satellite di Plutone è Caronte (scoperto nel 1978). Gli altri satelliti sono: Idra e Notte (scoperti nel 2005), Cerbero (scoperto nel 2011) e Stige (scoperto nel 2012).

Poesia

La più breve poesia italiana è stata scritta da Franco Fortini (nato Franco Lattes (Firenze, 10 settembre 1917 – Milano, 28 novembre 1994): si intitola ”Carlo Bo” ed il testo è composto dalla sola parola “no”.


Pomodori

In alcuni paesi tempo fa si credeva che i pomodori fossero velenosi e pertanto venivano coltivati a scopo ornamentale.

Poppa di Venere

Se qualcuno vi dice che va pazzo per le “poppe di Venere” … beh! Non fatevi cattivi pensieri erotici … Non c'è proprio niente di strano, ma è tutto normale.
La “poppa di Venere” è nient'altro che una specie di pesca (Prunus persica) a pasta bianca e dalla maturazione tardiva.

Porcellana

Se qualcuno vi dice che gli piacciono le porcellane … a dispetto di quanto potreste pensare, più che un appassionato d’arte o un collezionista, probabilmente è un amante della natura … la "Porcellana", infatti, è anche una pianta erbacea della famiglia delle Portulacacee.

Posillipo

Il nome Posillipo, l'incantevole promontorio di Napoli, deriva dal greco "Pausilypon" (che calma il dolore).
Pausilypon era il nome di una villa di Vedio Pollione, un cittadino romano che l'aveva così chiamata per l'incantevole posizione.

Prebenda

La prebenda, nel diritto canonico, è la rendita ecclesiastica annessa ad un canonicato. A similitudine della "sine cura", oggi il termine è usato nel significato di guadagno conseguito senza troppa fatica, che premia più la posizione detenuta che il lavoro svolto.

Premi

Nel torneo “Sei Nazioni” di rugby la squadra che si classifica all’ultimo posto riceve come premio un “cucchiaio di legno”.

Premio Bagutta

Il premio letterario Bagutta, il più antico premio letterario d’Italia, fu fondato il 11 novembre 1926 a Milano, in una osteria di Via Bagutta, da un gruppo di undici intellettuali e artisti, clienti abituali del locale.

Premio Nobel

1) Limiti: Lo scienziato americano Richard Feynman che vinse il premio per la fisica nel 1965, alla visita di leva era stato giudicato “mentalmente limitato” da uno psichiatra dell’esercito USA.
2) Rinuncia: Nel 1958 lo scrittore e poeta russo Boris Leonidovič Pasternak rinuncia al premio Nobel per la letteratura a seguito dell’ostilità e delle minacce di espulsione e confisca delle sue già limitate proprietà da parte del suo Paese.
3) Rifiuto: Nel 1964 lo scrittore e filosofo francese Jean Paul Sartre fu insignito del Premio Nobel per la letteratura. Egli lo rifiutò dicendo che uno scrittore non deve lasciarsi trasformare in una istituzione neanche se avviane nella forma più onorevole (come appunto nel caso del Premio Nobel)

4) Gli italiani insigniti del Premio Nobel sono stati:
- Chimica
- Giulio Natta (5 novembre 1963);
- Fisica:
Guglielmo Marconi (10 dicembre 1909)
- Letteratura
- Giosuè Carducci (1906);
- Grazia Deledda (10 novembre 1926)
- Luigi Pirandello (8 novembre 1934);
- Salvatore Quasimodo (1959);
- Eugenio Montale (23 ottobre 1975);
- Dario Fo (1997)
- Medicina
- Camillo Golgi (1906)
- Pace:
- Teodoro Moneta (1907).

Presidenti

I Presidenti della Repubblica Italiana eletti al primo scrutinio sono stati:
- Enrico De Nicola;
- Francesco Cossiga;
- Carlo Azelio Ciampi.

Priore

Oltre che il capo di un monastero, priore era anche il titolo degli uomini pubblici fiorentini nel Medioevo.

Prolificità

1) Maria Teresa d’Asburgo, imperatrice d’Austria (Vienna, 13 maggio 1717 – Vienna, 29 novembre 1780) diede alla luce 16 figli.
2) La femmine del rospo delle canne (originario dell’America centromeridionale) depone fino a 35.000 uova per volta ed è diventata tra le 100 specie invasive più dannose del mondo.
3) Lo “smintillo di Cuba” è la meno prolifica fra tutte le rane del mondo. La femmina, infatti, depone un solo uovo per volta.

Prozio

Il prozio non è solo un anziano parente, ma è anche un isotopo dell’idrogeno.

Pruina

La pruina è il sottile strato di cera che si trova su alcuni frutti, come ad esempio uva e prugne.

Pugilato

- Il pugile Mike Tyson (vero nome Michael Gerard Tyson) su 58 incontri disputati, ne vinse 44 per K.O..
- “Pesi Piuma” è la categoria di pugili che pesano meno di 57 Kg


Pulcinella

La maschera di Pulcinella nacque nella città di Acerra nel XVI secolo.

Pulcinella di mare

Non lasciatevi ingannare dal nome …. Il Pulcinella di mare è un uccello che vive sulle coste settentrionali dell’Atlantico; è un grandissimo nuotatore e si sposta sulle acque utilizzando le sue corte ali come se fossero dei remi.

Purgatorio

Nella Divina Commedia di Dante il guardiano del Purgatorio è Marco Porcio Catone l’Uticense che, per altro, redarguisce il poeta e Virgilio avendoli scambiati per dannati fuggiti dall’Inferno.



Torna a Curiosita' del mondo O oppure vai a Curiosita' del mondo Q

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti