Aneddoti H

Da Cap2.
(Differenze fra le revisioni)
(Barbara HUTTON)
Riga 86: Riga 86:
 
- Da quando io sono re (in carica dal 11 agosto 1952 – NdA), gli americani hanno cambiato sei volte presidente ... e poi mi parlate della nostra instabilità.<br />
 
- Da quando io sono re (in carica dal 11 agosto 1952 – NdA), gli americani hanno cambiato sei volte presidente ... e poi mi parlate della nostra instabilità.<br />
  
=== '''Barbara HUTTON''' ===
+
'''Barbara HUTTON'''<br />
 
In occasione delle settime nozze, la miliardaria americana Barbara Hutton, parlando del suo nuovo marito disse:<br />
 
In occasione delle settime nozze, la miliardaria americana Barbara Hutton, parlando del suo nuovo marito disse:<br />
 
- Il mio nuovo marito racchiude in se tutte le qualità dei precedenti, senza, però, avere nessuno dei difetti.<br />
 
- Il mio nuovo marito racchiude in se tutte le qualità dei precedenti, senza, però, avere nessuno dei difetti.<br />
 
 
E meno male … due anni dopo, infatti, la signora Hutton chiese il divorzio.<br /  
 
E meno male … due anni dopo, infatti, la signora Hutton chiese il divorzio.<br /  
  

Versione delle 20:34, 28 set 2020

IL LIBRETTO DEGLI ANEDDOTI


HAAKON VII
(Charlottenlund, 3.8.1872 – Oslo, 21.9.1957 – Re di Norvegia dal 1905 al 1957)

Durante un Consiglio di Gabinetto che stava tenendo, il re di Norvegia Haakon VII involontariamente lasciò cadere il suo fazzoletto per terra. Un ministro subito lo raccolse e glielo porse.
Il re lo ringraziò e poi con un sorriso disse:
- In verità questa è la sola cosa nella quale mi è concesso di mettere il naso.

Alfréd HAJÒS
(all'anagrafe Arnold Guttmann - Budapest, 1,2.1878 – Budapest, 12.11.1955) Nuotatore Alle prime olimpiadi moderne tenutesi ad Atene nel 1896, durante una cena in onore dei premiati, il principe Costantino di Grecia chiese al nuotatore ungherese Alfrèd Hajos, vincitore di due medaglie d’oro (100 m. e 1200 m. stile libero, entrambe l’11 aprile), dove avesse imparato a nuotare così bene.
Ed il campione umoristicamente rispose:
- Nell’acqua!

Georg Wilhelm Friedrich HEGEL
(Filosofo Stoccarda, 27.8.1770 – Berlino, 14.11.1831)

Un giorno il domestico chiamò Hegel a gran voce perché in casa era scoppiato un incendio.
Il filosofo lo guardò quasi sbigottito e poi, molto seriamente, gli rispose:
- Perché mi dici queste cose? Dillo a mia moglie … Non sai che è lei che si occupa delle faccende di casa?


Indice

Heinrich HEINE

(Scrittore - Düsseldorf, 13 dicembre 1797 – Parigi, 17 febbraio 1856)

Quando lo scrittore tedesco Heinrich Heine fece testamento, al notaio che redigeva l’atto testamentario disse:
- Lascio tutti i miei beni a mia moglie, ma ad una condizione: deve risposarsi.

E poi concluse sorridendo:
- Così sono sicuro che almeno un uomo si dispiacerà della mia morte.


Ernest HEMINGWAY

(Scrittore e giornalista Oak Park, 21 luglio 1899 – Ketchum, 2 luglio 1961)

Un amico dello scrittore Ernest Hemingway, consapevole della vita errabonda che questi conduceva, un giorno gli inviò una lettera sulla quale come indirizzo aveva scritto: “SA DIO DOVE SI TROVA”.
Alcuni giorni dopo l’amico ricevette un telegramma dello scrittore nel quale era scritto: “DIO LO SAPEVA”.

Alfred Joseph HITCHCOCK

(Regista - Leytonstone, 13 agosto 1899 – Los Angeles, 29 aprile 1980

Riferendosi alle dive di Hollywood che con i loro capricci, le loro richieste strane e le loro stravaganze, spesso e volentieri causavano enormi ritardi sui tempi di lavorazione dei film, una volta il grande regista Alfred Hitchcok disse:
- Come faccio a finire i miei film sempre in tempo? E’ molto facile: evito di lavorare con Liz Taylor.

===============
Alfred Hitchcock sapeva di essere un regista etichettato come “maestro del brivido”. A tal proposito, un giorno, parlando con amici disse:
- Se dirigessi un film su Cenerentola, il pubblico cercherebbe per prima cosa un cadavere dentro la carrozza!


Franz Joseph HAYDN

(Compositore - Rohrau, 31 marzo 1732 – Vienna, 31 maggio 1809)

Il grande compositore austriaco Franz Joseph Haydn con aria molto affranta un giorno confessò al suo parroco di aver portato qualcosa fuori dalla chiesa e riteneva questo fatto un peccato imperdonabile.
- Che sciocchezza! – lo rasserenò il parroco – Basta restituirlo.
- Grazie mille – rispose il compositore tornato sereno – Lo farò subito!.
Detto questo si allontanò di corsa e tornò subito dopo portando con se la moglie, con la quale, è doveroso dirlo, non fu mai felice.
(Dalla settimana enigmistica)

Bob HOPE

(Londra, 29 maggio 1903 – Los Angeles, 27 luglio 2003 – Attore comico)

1) Il grande comico Bob Hope non perse mai il suo spirito umoristico. Un giorno, quando era già molto avanti negli anni e, di conseguenza, la morte si avvicinava, la moglie gli chiese dove desiderava essere sepolto, una volta che la morte lo avesse preso.
Ed egli, sorridendo:
- Cara, fammi una sorpresa!

2) Bob Hope era una persona molto ironica e ad essa non rinunciava mai, nemmeno quando l’oggetto era lui stesso. Ormai centenario e malato di polmonite, poco prima di morire dichiarò:
- Sono così vecchio che il mio gruppo sanguigno è stato cancellato!br />

3) Sempre molto umoristico, una volta, ritirando l’Oscar, Bob Hope disse:
- È la prima volta in vita mia che sono felice di lasciare una festa in compagnia di un uomo".

Victor-Marie HUGO

Scrittore francese (Besançon 26.2.1802 - Parigi 22.5.1885)

Lo scrittore Victor Hugo stimava molto poco lo scrittore Wolfgang Goethe. Un giorno, parlando con alcuni amici, affermò che nessuna delle opere dello scrittore tedesco meritava di essere letta, fatta eccezione per “I masnadieri”.
A sentire questo, uno dei presenti gli fece notare che “I Masnadieri” non era un’opera di Goethe, ma di Schiller.
Senza battere ciglio, molto seriamente, Hugo replicò:
- Appunto! Goethe non ha scritto neppure quello!


HUSSEIN DI GIORDANIA

(Amman, 14 novembre 1935 – Amman, 7 febbraio 1999 - Re di Giordania)

Ad un tale che gli faceva notare l’instabilità dei governi arabi, re Hussein di Giordania replicò:
- Da quando io sono re (in carica dal 11 agosto 1952 – NdA), gli americani hanno cambiato sei volte presidente ... e poi mi parlate della nostra instabilità.

Barbara HUTTON
In occasione delle settime nozze, la miliardaria americana Barbara Hutton, parlando del suo nuovo marito disse:
- Il mio nuovo marito racchiude in se tutte le qualità dei precedenti, senza, però, avere nessuno dei difetti.
E meno male … due anni dopo, infatti, la signora Hutton chiese il divorzio.<br /



Torna a Aneddoti G oppure vai a Aneddoti I

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti